MotoGP: James Toseland in forma Super(bike)!

Galleria Team Yamaha Tech3

Splendido precampionato (per usare un termine tanto caro al calcio) per la scuderia Yamaha Tech 3 di Herve Poncharal. L'esperto Team Manager francese, sembra prepararsi ad una stagione che potrebbe riservargli davvero tante soddisfazioni.

Diversi i motivi che ci portano a sostenere questa tesi azzardata forse, ma sicuramente non priva di fondamento. Primo punto, la nuova M1. Ad Iwata sembra che gli ingegneri abbiano fatto tesoro del "debito formativo" accumulato lo scorso anno, dando una bella sistemata ad una 800cc quasi identica nelle forme ma non certo nel cuore.

Il motore ha guadagnato in potenza. E' migliorata l'accelerazione ma anche la velocità massima che tanto aveva fatto discutere lo scorso anno. Finalmente il propulsore a valvole pneumatiche è affidabile quanto serve per portare a termine prove e gara.

L'elettronica permette di avere una gestione migliore del freno motore e di "tirare" la staccata al limite senza rischiare che la moto si scomponga più del dovuto. Secondo punto, le gomme. La Michelin non ha digerito la batosta subita per mano dei giapponesi della Bridgestone, né tanto meno le critiche dal loro pilota numero 1, Valentino Rossi.

Galleria Team Yamaha Tech3

Galleria Team Yamaha Tech3
Galleria Team Yamaha Tech3
Galleria Team Yamaha Tech3
Galleria Team Yamaha Tech3

Il duro lavoro svolto dai tecnici di Clermont-Ferrand, sembra dare i suoi frutti. La Michelin da qualifica è al momento la copertura più veloce in circolazione, anche se c'è ancora da lavorare sul fronte gara.

Terzo punto, i piloti. Poncharal si presenta alla gara d'esordio con la coppia più tecnica che il Team Tech 3 abbia avuto nell'ultimo lustro. Colin Edwards ha la giusta dose di esperienza in MotoGP per poter trovare il giusto feeling con la sua nuova M1, James Toseland, dopo qualche prestazione altalenante, è ormai ad un passo dai primissimi.

A Phillip Island il pianista di Sheffield ha stupito tutti, forse anche se stesso, con uno splendido terzo tempo: "Sono molto felice per il risultato ottenuto.

Conosco molto bene questo circuito ed il feeling con la moto continua a migliorare. Stiamo aspettando nuovi aggiornamenti da parte della Yamaha ed anche dalla Michelin. Stiamo lavorando duramente per ottenere il massimo."

Le dichiarazioni di Texas Tornado Colin Edwards: “Ho fatto un long run per comprendere il comportamento delle Michelin in determinate condizioni. Rispetto allo scorso anno nei 20 giri effettuati sono stato più veloci di 20 secondi.

Un secondo a giro, davvero niente male. Vedo tutti impegnarsi al massimo, la Yamaha, i tecnici e la Michelin e questo non può che motivarmi ulteriormente."

via | Teamtech3.fr

  • shares
  • Mail
202 commenti Aggiorna
Ordina: