Triumph Rocket III Touring nel dettaglio

Triumph Rocket III Touring

Sono passati tre anni, ma resta suo il record di moto di serie più potente al mondo. Con la Rocket III, Triumph ha conquistato un posto nella storia e ora pensa al turismo con la Triumph Rocket III Touring.

La ciclistica della Rocket III Touring, sebbene costruita intorno all'incredibile gruppo motore della Rocket III, ha mantenuto soltanto la luce posteriore e gli specchietti: tutto il resto è completamente nuovo. Il lavoro di progettazione stilistica e meccanica è ripartito da zero per questo modello, e il risultato è una cruiser turistica classica nello stile, con grande cura per i dettagli e rifiniture di alta classe.

Il concetto della Rocket III Touring è arrivato alla fase di progettazione a febbraio del 2004, poco prima del lancio della Rocket III. L'obiettivo era semplice: creare una turistica concreta, con vocazione da cruiser. Il progetto per trasformare l'idea in realtà è partito a dicembre dello stesso anno. Nessun dubbio sulla scelta del propulsore: quello super potente della Rocket III era perfetto anche per la versione da turismo.

Triumph Rocket III Touring
Triumph Rocket III Touring
Triumph Rocket III Touring

La Rocket III Touring utilizza la stessa piattaforma motore della Rocket III. Il propulsore da 2294cc a iniezione elettronica, tre cilindri, in linea, 12 valvole genera una coppia di 209Nm già a 2000 giri/min. Basta aprire il gas nella marcia più alta, da una velocità anche inferiore ai 50 chilometri orari, per avere a disposizione una ondata irresistibile di coppia, una capacità di accelerazione incredibile che la Rocket III conserva anche a pieno carico e con due persone a bordo.

Triumph Rocket III Touring
Triumph Rocket III Touring
Triumph Rocket III Touring

La doppia valvola per ogni corpo farfallato assicura un controllo preciso sul motore, con una configurazione che permette alla centralina ECU di variare il flusso di carburante e la mappatura in base alla marcia selezionata e alla velocità. In questo modo, la curva di coppia è sempre quella giusta per ogni rapporto del cambio.

Come nella Rocket III, l'airbox e filtro dell'aria principale è sotto la sella del guidatore. L'aria fresca, aspirata attraverso un elaborato sistema di tubi stampati nella base della sella, passa dall'airbox principale in una seconda camera a pressione (situata sotto il coperchio cromato sul lato sinistro del serbatoio), e da lì nei corpi farfallati.

Triumph Rocket III Touring
Triumph Rocket III Touring
Triumph Rocket III Touring

Il propulsore, saldamente infulcrato al telaio, funge da elemento stressato assicurando la massima rigidità torsionale del collegamento fra la traversa di testa e il perno del forcellone, e il perfetto contralbero primario contiene al minimo la vibrazione di questo tre cilindri.

Il telaio tubolare a doppia trave è completamente nuovo, così come il forcellone a doppio braccio su cui si innesta l'albero. La moto vanta una buona manovrabilità alle basse velocità, grazie all'efficace angolo di sterzo e alla nuova ruota anteriore da 16 x 3,5 con pneumatico da 150 di sezione. La ruota posteriore da 16 x 5,0 con pneumatico da 180, contribuisce a massimizzare la capacità delle borse rigide senza aumentare le dimensioni della moto, e nel frattempo consente alla Rocket III Touring di affrontare i tornanti con fluidità. Realizzate in alluminio pressofuso, le nuove ruote a 25 raggi sono protette da parafanghi ridisegnati.

Triumph Rocket III Touring
Triumph Rocket III Touring
Triumph Rocket III Touring

Le forcelle di nuova concezione, con sospensioni posteriori regolabili nel precarico, assicurano una guida morbida e controllata, mentre l'azione frenante è affidata sull'anteriore a un doppio disco con pinze a 4 pistoncini e a un disco singolo con pinza a 2 pistoncini sulla ruota posteriore. I comandi manuali e al piede sono completamente nuovi, con la leva del cambio totalmente regolabile tra punta e tallone, le leve manuali più grandi e le pedane disegnate a goccia. Anche le pedane per il passeggero sono state rinnovate con lo stesso livello di attenzione, e il risultato è un look gradevole ed elegante.

La comodità di guidatore e passeggero ovviamente è fondamentale per una turistica, quindi la sella della Rocket III Touring è progettata per accogliere entrambi nel modo più confortevole. Costruita con due strati separati di imbottitura di densità diverse, offre al passeggero il beneficio aggiuntivo di un cuscinetto in gel.

Triumph Rocket III Touring
Triumph Rocket III Touring
Triumph Rocket III Touring
Triumph Rocket III Touring

Sopra al nuovissimo serbatoio senza saldature è stato posizionato un bel tachimetro di grandi dimensioni con indicatore del livello carburante analogico integrato. Il blocco interruttori comprende un pulsante a scorrimento che consente di controllare l'ora, il contachilometri parziale e l'autonomia sul display del tachimetro senza spostare le mani dal manubrio.

La moto di serie è dotata di un parabrezza basso a sganciamento rapido, anche questo molto curato nei dettagli. Il meccanismo in acciaio inossidabile lucidato e i supporti a molla esclusivi di Triumph bloccano il parabrezza saldamente in posizione, mentre i deflettori d'aria più in basso aiutano la "lama" principale a limitare la turbolenza.

Sempre di serie anche le borse rigide in tinta da 39 litri a sganciamento rapido. Il nuovo faro anteriore assicura una visione notturna ottimale, mentre gli indicatori anteriori e posteriori sono montati all'interno di "ali" in alluminio pressofuso cromato. I due lunghi silenziatori sono posizionati in basso, sotto le borse, uno per lato.

La gamma colori, abbastanza varia, vede il Jet Black con filetto argentato dipinto a mano, Jet Black/New England White, Jet Black/Tornado Red e infine l'ipnotico Eclipse Blue su Azure Blue.

Con quasi 70 nuovi accessori disegnati appositamente per la Rocket III Touring, le opzioni per renderla inconfondibile sono davvero infinite. La gamma comprende una varietà di selle e schienalini e un'ampia scelta di parti cromate e soluzioni per i bagagli.

La Rocket III Touring è la prima cruiser turistica creata da Triumph con un telaio completamente nuovo e un propulsore con messa a punto speciale. Le sospensioni sono regolate per garantire grande qualità di guida sulle lunghe distanze.

La trovate già nei concessionari al prezzo di 18.990 € su strada.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: