WSBK: Giugliano ed il team Althea soddisfatti del debutto con la Aprilia RSV4

Davide Giugliano - Aprilia Althea Racing - Test SBK Jerez Gennaio 2013

La più grossa sorpresa di questa tornata di test Superbike a Jerez de La Frontera è stata senza dubbio la grande competitività messa in mostra da Davide Giugliano con l'Aprila RSV4 del team Althea Racing. A dare lustro alle prestazioni del giovane pilota romano - primo martedì sul bagnato e secondo ieri sull'asciutto nella graduatoria dei tempi - è il fatto che sia per Giugliano che per il team di Genesio Bevilacqua la 'due giorni' di Jerez ha rappresentato la prima uscita in assoluto con il bolide di Noale dopo il discusso divorzio da Ducati al termine della passata stagione. E c'è da dire che probabilmente nessuno credeva di vedere il nuovo binomio così 'in palla' sin da subito.

La soddisfazione per un esordio così scintillante traspare dalle stesse dichiarazioni post-test di Davide Giugliano, autore ieri sul tracciato andaluso di un ottimo 1'40.861:

“Sono contento di come sono andati questi due giorni di prove qui a Jerez. Erano mesi che non salivo in moto e non vedevo l’ora di scendere in pista con la mia nuova RSV4, con la quale ho trovato subito un buon feeling, sia ieri sul bagnato che oggi sull’asciutto. L’aver fatto segnare ottimi tempi sul giro mi rende felice, ma lo sono maggiormente perché in poco tempo sono riuscito a capire il carattere di questa moto. Certo il lavoro da fare è ancora molto ed avrò bisogno di più tempo per sfruttare tutto il grande potenziale della RSV4, però penso che non avrei potuto iniziare meglio, grazie anche alla mia squadra che ha fatto un grande lavoro”.

Davide Giugliano - Aprilia Althea Racing - Test SBK Jerez Gennaio 2013
Davide Giugliano - Aprilia Althea Racing - Test SBK Jerez Gennaio 2013

Dello stesso tenore le parole del 'patron' di althea Racing Genesio Bevliacqua, che probabilmente non si aspettava nemmeno lui un esordio così positivo

“Ripartiamo da Jerez molto soddisfatti e confortati da risultati che vanno oltre le nostre aspettative. Mi è piaciuta la voglia con la quale Davide e la squadra hanno affrontato queste due giornate di prove. Eravamo tutti ansiosi di tornare in pista dopo una lunga pausa e di confrontarci con una moto che l’anno scorso ci aveva impressionato per le sue grandi prestazioni. Davide ha trovato subito il giusto feeling con la RSV4, tanto da far segnare il miglior tempo ieri ed il secondo oggi. Tutta la squadra ha lavorato bene e siamo contenti anche del lavoro che stiamo facendo con gli ingegneri Aprilia. Penso che qui a Jerez abbiamo ritrovato quello spirito e quella voglia di emergere che in passato ci ha consentito di raggiungere grandi risultati”.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: