Nuova BMW K1200 GT




Fast commuter.

Tanto mi sono sbilanciato nel dire quanto non apprezzi l'immagine della nuova R 1200 S, tanto lo faccio ora nell'affermare quanto mi piaccia la K 1200 GT.

Completamente rivista rispetto alla precedente versione, la Gran Turismo di Monaco, è molto più vicina a essere una versione per bene della cattivona K 1200 S che un'evoluzione della specie, basata sul precedente modello.





Peccato che le foto che circolano non la ritraggano di muso, perché è proprio in quella vista che la nuova 4 cilcindri da turismo ad altissima velocità esprime tutta la felice (questa volta si) spregiudicatezza del suo design.





Vestita con una carena in cui non c'è più la ben che minima traccia di una morbida curvatura, la K 1200 GT vista da davanti appare infatti smilza e affilata come non ti aspetti di certo da una granturismo di grossa stazza come questa.

Merito del celeberrimo centro stile BMW che dopo qualche anno di scelte più tranquille e conformiste è tornato a sfornare moto discubili, ma certamente innovative, come ai bei tempi della K1.

Tecnicamente la seconda serie della grand-tourer tedesca sfrutta buona parte della tecnologia delle K 1200 S e R , a cominciare dal motore che, capace di 152 Cv. a 9.500 giri/min., gioca però con un valore di coppia monstre (130 Nm a 7.750 giri/min.) il suo asso nella manica atutto vantaggio della rotondità di esercizio, condizione irrinunciabile nel graturismo.

La cilcistica è anch'essa derivata dai modelli più sportivi, dei quali sfrutta, in particolare, la sospensione anteriore Duolever, abbinata al consueto Paralever al posteriore.

Volendo, la K 1200 GT può essere dotata della gestione elettronica delle sospensione (ESA), fornita come optional.






La già ricca dotazione standard, (sella e manubrio regolabili, cupolino sevo-assistito, sistema ABS semi-integrale, ecc., ecc.) può naturalmente diventare sontuosa, grazie al sempre ben nutrito catagolo degli accessori di casa BMW.

Il prezzo è ancora sconosciuto, non sarà basso (è una BMW e pure di alta scuola...), ma non frenerà certo gli esnusiasmi di una clientela matura, che necessita di una moto elegante e veloce per coniugare le esigenze di business, con quelle di svago.

Informazioni da: BMW Motorrad Club Verona

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: