KTM 690 "Stunt": prototipo d'autore!

KTM 690 Stunt Concept

Sempre avanti nel suo modo di produrre e vivere le moto, KTM, sta ora guardando con un occhio di riguardo ai suoi utenti stradali.
La dimostrazione è questo bellissimo protitpo che è la 690 "Stunt", una moto pensata per gli stuntman e presentata con il chiaro intento di capire se ci sia una domanda sufficiente a giustificare una produzione in serie.
Basata sulla versione 2008 della celebre supermoto stradale Duke, la Stunt ne condivide motore monocilindrico e gran parte del telaio, ma è dotata di una carenatura molto più minimalista e di tutto quello che serve al perfetto stunt-riding: protezioni sul motore e barra di ferro sul codino per appoggiare il piede durante i wheelie o le evoluzioni più difficili. Fantastico!
La carena ovviamente è stata studiata per favorire al massimo gli spostamenti del pilota sulla moto ed il serbatoio - carenato come sul resto della gamma 690 - è protetto contro eventuali urti.
Ovviamente non ci sono luci e altri accesori dedicati all'uso stradale, ma essendo la moto basata sulla Duke rimangono tutti i supporti e le predisposizioni rendendo possibile la trasformazione "urbana" e legale della moto molto velocemente.

KTM 690 Stunt Concept
KTM 690 Stunt Concept


All'anteriore la moto utilizza un pinza di tipo radiale a 4 pistoni su un disco di grandi dimensioni per assicurare stoppies e burnout facili, e il manubrio è dotato di una leva per il freno posteriore, assolutamente indispensabile per gli stunt durante i loro tricks più radicali
Al posteriore invece si fa notare un anteprima assoluta per KTM: un bel forcellone monobraccio sul quale è influcrata una ruota in lega particolarmente leggera dall'aggressivo colore nero.
Completano la dotazione di questa incredibile special il silenziatore Akrapovic, il manubrio Renthal predisposto per i doppi comandi e le sospensioni WP studiate per la disciplina
La moto è stata sviluppata come concept da Kiska Design, un compagnia esterna che ha detto la sua nel desing delle nuove KTM da 16 anni a quersta parte - e del resto il family feeling ce lo conferma! - come racconta lo stesso Gerard Kiska ai microfoni di MCN: "Abbiamo preso idea dal'attuale scena "urban stune", facendo tesoro di queste ultime tendenze e sviluppandone ancora di più il concetto di design. La abbiamo realizzata sulla nuova Duke perchè vanta le dimensioni ottimali per una moto di questo tipo.
E abbiamo voluto fare una moto specialistica ma anche a misura del motocilista normale che ormai sempre più si avvicina a questo tipo di divertimento - del resto anche qui in Austria quando giro in città vedo bikers fare stoppies e wheelies.
Con questa moto qualsiasi posteggio semi vuoto sarà un avventura diversa!
Ma stiamo ancora valutando se produrla: molto dipenderà dalla reazione del pubblico!
"

via | MCN

  • shares
  • Mail
42 commenti Aggiorna
Ordina: