Harley-Davidson: motori elettrici prodotti in Puglia?

Il leggendario costruttore di Milwaukee si prepara alla già annunciata svolta "zero emission" che coinvolgerà anche il nostro paese.

La conturbante e discussa elettrica Project LiveWire, presentata nel 2014 come prototipo, non era evidentemente un mero "esercizio di stile".

Dopo aver confermato un paio di mesi fa la decisione di 'aprire' alla propulsione elettrica per bocca del suo CEO Matt Levatich, Harley-Davidson si appresta ora a 'fare sul serio' e iniziare a muovere i primi passi per arricchire la sua gamma con nuovi modelli "green". E anche l'Italia sarà coinvolta in questa "svolta epocale" della casa di Milwaukee.

Nella filiera produttiva delle H-D elettriche, infatti, dovrebbe infatti inserirsi anche la Puglia, più precisamente lo stabilimento Magneti Marelli di Modugno, in provincia di Bari, dove pare saranno realizzati i motori. L'indiscrezione è stata confermata anche dal segretario della UILM di Bari, Franco Busto, in alcune caute dichiarazioni raccolte da La Repubblica:

"Sappiamo che il nuovo motore andrà in produzione qui, ma sappiamo anche che il mercato dell'elettrico non è ancora consolidato. La produzione del motore Chrysler da 10 kilowatt doveva partire a gennaio, ma è slittata. Speriamo che si sblocchi nel giro di una ventina di giorni".

L'intenzione di Harley-Davidson sarebbe quella di lanciare il suo primo modello elettrico di produzione già nel 2019, con l'obiettivo di renderlo disponibile nelle concessionarie statunitensi per la prima metà dell'anno. La produzione dei motori negli stabilimenti pugliesi dovrebbe quindi iniziare già entro la fine di quest'anno.

Come facilmente intuibile, questo cambio di rotta non è stato accolto con favore dal popolo degli harleysti più intransigenti, per i quali il concetto di una H-D senza il celebrato rombo delle marmitte (messo addirittura sotto copyright in USA) rasenta la blasfemia. Tuttavia, al netto degli "integralismi", anche questa svolta dice molto su quello che sarà il futuro - apparentemente inevitabile - della mobilità...